Bill Cosby: si riapre caso di stupro risalente a 41 anni fa

È notizia di qualche giorno fa, l’ammissione, da parte di Bill Cosby, noto attore statunitense, conosciuto dal grande pubblico per l’interpretazione del padre, nella celeberrima sit com, “I Robinson”, di aver somministrato droghe e sonniferi a delle donne, per poter approfittare di loro sessualmente. Il comico, che era stato denunciato per violenza da una ventina […]

È notizia di qualche giorno fa, l’ammissione, da parte di Bill Cosby, noto attore statunitense, conosciuto dal grande pubblico per l’interpretazione del padre, nella celeberrima sit com, “I Robinson”, di aver somministrato droghe e sonniferi a delle donne, per poter approfittare di loro sessualmente. Il comico, che era stato denunciato per violenza da una ventina di donne complessivamente, aveva anche ammesso, in alcuni atti giudiziari risalenti al 2005, di pagare le stesse donne, una volta approfittato di loro.

Ora, a distanza di circa due settimane dalla notizia che ha tramortito l’America, abituata a vedere in Cosby il volto di un padre di famiglia senza macchia, arriva una nuova bomba con la riapertura di un procedimento a carico dell’attore, accusato di aver abusato, nel 1974, di una ragazzina all’epoca quindicenne all’interno della “Playboy Mansion” di Los Angeles. La corte suprema della California ha respinto l’istanza dell’attore per riesaminare il caso e adesso la causa può essere discussa nel merito. Il nome della presunta vittima è Judy Huth, oggi cinquantenne, che è assistita dal legale Gloria Allred, la quale ha pronunciato di voler raccogliere entro un mese la deposizione giurata di Cosby.