Tutti allo stadio con Unicef per aiutare i bambini

“Io come responsabile della sicurezza di questa citta” dico che il 21 dicembre bisogna andare allo stadio, bisogna vincere la paura che attanaglia questo Paese e questa citta” e liberarci da questa attesa fatalistica che avvenga qualcosa: dobbiamo la nostra vita e quale modo migliore di farlo che riaffermare il principio di civilta” in uno […]

“Io come responsabile della sicurezza di questa citta” dico che il 21 dicembre bisogna andare allo stadio, bisogna vincere la paura che attanaglia questo Paese e questa citta” e liberarci da questa attesa fatalistica che avvenga qualcosa: dobbiamo la nostra vita e quale modo migliore di farlo che riaffermare il principio di civilta” in uno stadio”. Lo ha detto il prefetto di Roma, Franco Gabrielli, partecipando alla presentazione della partita di solidarieta” di lunedi” 21 dicembre allo Stadio Olimpico tra la Nazionale Unicef e quella Attori per raccogliere fondi nell”ambito della campagna ”Bambini in pericolo”. “Io continuo a cogliere un messaggio di speranza negli occhi e nei sorrisi di questi bambini.

Questo ci deve responsabilizzare, quella speranza rischia di diventare disperazione e credo che il peggiore di tutti i problemi sia proprio questa trasformazione- ha sottolineato Gabrielli- Tutti noi con responsabilita” istituzionali dobbiamo dedicare anche solo un poco del nostro impegno per questa causa e combattere questa condizione inumana: in questi mesi ho assistito ad alcune proteste perche” non c”erano gli standard di sicurezza in alcuni luoghi accoglienza, rispetto a quello che succede nel mondo si tratta di qualcosa che e” anche di piu” di alberghi a cinque stelle ed e” simbolo di come a volte anteponiamo le nostre paure, preoccupazioni ed egoismi, ma penso che verra” un giorno in cui ci chiederanno il conto”. (Dire)