Pensioni, Berlusconi: “Minime a 1000 euro, si vivrà fino a 125 anni”

“La vita per fortuna si allunga. Il numero degli anziani cresce. Io ho promosso alcuni studi dell’universita’ e dell’ospedale di San Raffaele, e secondo i ricercatori l’obiettivo a portata di mano e’ quello di accrescere la prospettiva di vita fino a 125 anni”. Lo dice Silvio Berlusconi, in un messaggio a Federanziani pubblicato su Facebook. […]

“La vita per fortuna si allunga. Il numero degli anziani cresce. Io ho promosso alcuni studi dell’universita’ e dell’ospedale di San Raffaele, e secondo i ricercatori l’obiettivo a portata di mano e’ quello di accrescere la prospettiva di vita fino a 125 anni”. Lo dice Silvio Berlusconi, in un messaggio a Federanziani pubblicato su Facebook. Berlusconi, che nel video si rivolge ai “cari coetanei” aggiunge che “tutto questo e’ positivo, apre prospettive affascinanti ma anche diversi problemi perche’ le persone devono poter invecchiare in salute ma anche in sicurezza economica. Invece nel 2016 quasi 3 milioni di anziani hanno dovuto rinunciare alle cure perche’ troppo costose, non hanno i soldi per curarsi. Oggi con loro lo Stato si comporta in un modo profondamente ingrato e ingiusto. Oggi nessuno anziano puo’ vivere dignitosamente con soli 500 euro. Per questo moralmente doveroso e indispensabile aumentare i minimi pensionistici ad almeno mille euro al mese. Nessun anziano deve essere escluso da questa misura, comprese le nostre mamme che hanno lavorato tutti i giorni a casa e che devono poter avere la possibilita’ di trascorrere una vecchiaia serena e dignitosa. Se gli italiani ci affideranno come credo il compito di governare questi saranno i primi provvedimenti del nostro governo: e’ un impegno che prendo con voi”.