Usa. Tributo a George Floyd nella nuova opera di Banksy

Una candela brucia la bandiera degli Stati Uniti, mentre la sua luce illumina il ritratto anonimo di un volto nero. Con un nuova opera pubblicata su Instagram, Banksy rende omaggio a George Floyd, l’afroamericano ucciso dalla polizia di Minneapolis lo scorso 25 maggio. “Inizialmente pensavo di stare zitto e ascoltare cio’ che avevano da dire […]

Una candela brucia la bandiera degli Stati Uniti, mentre la sua luce illumina il ritratto anonimo di un volto nero. Con un nuova opera pubblicata su Instagram, Banksy rende omaggio a George Floyd, l’afroamericano ucciso dalla polizia di Minneapolis lo scorso 25 maggio.
“Inizialmente pensavo di stare zitto e ascoltare cio’ che avevano da dire i neri sulla questione- ha scritto lo street artist britannico in riferimento alle manifestazioni globali contro il razzismo e le discriminazioni legate al movimento Black Lives Matter- Ma perche’ farlo? Non e’ un loro problema, e’ il mio”. E prosegue: “Le persone di colore vengono ignorate dal sistema. Il sistema bianco”.
Banksy ha quindi usato la metafora di una tubatura rotta per spiegare il razzismo e le sue conseguenze: “Come un tubo rotto che allaga l’appartamento di quelli che vivono al piano di sotto.
Questo sistema rotto rende la loro vita miserabile, ma ripararlo non spetta a loro. Non possono, nessuno li fara’ entrare nell’appartamento al piano superiore”. E conclude: “È un problema bianco. E se i bianchi non lo risolvono, qualcuno verra’ al piano di sopra e sfondera’ la porta”.