Coronavirus: le regole per passeggiare con il cane

Con l’aggiornamento delle fasce di colore in cui sono inserite da oggi alcune regioni italiane cambiano anche le norme e le regole per portare a spasso il cane, in ambito comunale e sovracomunale. Da oggi domenica 29 novembre entra infatti in vigore il riposizionamento di alcune regioni che cambiano fascia di colore in base alla […]

Con l’aggiornamento delle fasce di colore in cui sono inserite da oggi alcune regioni italiane cambiano anche le norme e le regole per portare a spasso il cane, in ambito comunale e sovracomunale. Da oggi domenica 29 novembre entra infatti in vigore il riposizionamento di alcune regioni che cambiano fascia di colore in base alla gravita’ della diffusione dei contagi da Covid secondo i 21 parametri presi in considerazione dal Comitato tecnico scientifico e inseriti nella nuova ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza. Ecco di seguito le norme ed i consigli degli esperti AIDAA (Associazione italiana difesa animali ed ambiente- Italiambiente) per rispettare le regole ma non privarsi del diritto di passeggiare e divertirsi con i propri cani.

1- E possibile portare il cane fuori nelle ore del coprifuoco notturno per i propri bisogni? In teoria no, ma il buon senso impone di poter uscire per alcuni minuti con il cane se lo stesso ha delle necessita’ corporali urgenti senza allontanarsi per oltre dieci metri da casa, in questo caso portare comunque sempre una giustificazione e ovviamente raccogliere gli escrementi del cane e poi rientrare in casa. Evitare assolutamente passeggiate notturne quelle sono vietate e sancite in tutte e tre le fasce in cui sono suddivise le regioni.

2 – E’ possibile portare il cane in Auto se si attraversano le zone rosse, gialle e arancioni, o se si esce di paese? Si’, non ci sono problemi per l’attraversamento, ed anche se si esce dal paese in zona rossa, ma non per portare a spasso il cane, la presenza di Fido deve essere comunque segnalata nell’autocertificazione che attesta che il cane e’ con voi in quanto non potete lasciarlo a casa, e che voi siete in movimento per uno dei motivi previsti dal dpcm.

3 – Se ho il veterinario fuori paese posso portare il cane o il gatto o un altro animale domestico senza incorrere in sanzioni? Si’, nelle zone gialle non vi sono problemi in quanto gli spostamenti sono liberi, in quelle arancioni e rosse portare il cane o il gatto o un altro animale domestico dal proprio veterinario di fiducia in caso di necessita’ e’ possibile con una semplice autocertificazione.

4- Posso portare a spasso il cane del vicino? Se una persona ha degli impedimenti fisici o non puo’ portare il cane a spasso, e’ possibile farlo in sua vece, autocertificando il motivo e comunque per passeggiate non lontane da casa cosi come previsto nel DPCM con le limitazioni previste per le zone rosse ed arancioni, in caso di dichiarazione mendace si e’ passibili di sanzione.

5 – Se sono una volontaria posso accudire i cani randagi anche se fuori dal paese di residenza? Si’ e’ possibile in quanto il DPCM fa rientrare questa tra le attivita’ necessarie, serve l’autocertificazione nelle zone arancioni e rosse, in caso di dichiarazione mendace si e’ passibili di sanzione.

6- Posso portare il mio cane a spasso o in area cani? In zona rossa valgono le regole della passeggiata nelle vicinanze di casa negli orari consentiti, si possono comunque portare i cani per lo sgambamento nelle aree cani purche’ vicino a casa e non vi siano assembramenti umani. Nelle regioni in fascia arancione non ci sono limitazioni di spostamento e passeggiate all’interno del perimetro comunale, se non i divieti imposti nelle ore del coprifuoco. Ci si puo’ muovere invece senza alcun problema anche tra i diversi comuni nelle regioni in fascia gialla.