Coronavirus: approvato vaccino Astrazeneca

Approvato il vaccino di AstraZeneca dalla Commissione tecnico scientifica dell’Agenzia italiana del Farmaco. L’ok arriva il giorno dopo quello dell’Ema. La Commissione tecnico scientifica dell’Agenzia raccomanda l’utilizzo del vaccino AstraZeneca preferibilmente per chi ha meno di 55 anni. “Ad oggi abbiamo somministrato 1,8 milioni di vaccini, oltre 462mila seconde dosi. La vaccinazione è ripresa, stiamo […]

Approvato il vaccino di AstraZeneca dalla Commissione tecnico scientifica dell’Agenzia italiana del Farmaco. L’ok arriva il giorno dopo quello dell’Ema. La Commissione tecnico scientifica dell’Agenzia raccomanda l’utilizzo del vaccino AstraZeneca preferibilmente per chi ha meno di 55 anni.

“Ad oggi abbiamo somministrato 1,8 milioni di vaccini, oltre 462mila seconde dosi. La vaccinazione è ripresa, stiamo usando le dosi conservate e quelle che stanno arrivando per somministrare le seconde dosi”. Lo ha detto a quanto si apprende il commissario Domenico Arcuri durante un vertice con le Regioni sul piano vaccinale anti covid. “Pfizer- ha spiegato Arcuri- ha ridotto le fiale del 29% nella settimana precedente a questa e ridotto di circa il 20% le fiale consegnate questa settimana. L’Avvocatura ha inviato la diffida e la richiesta alla UE di iniziare un contenzioso per conto del Governo italiano. Pfizer ha risposto alla prima lettera dicendo di essere inadempiente e che avrebbe recuperato nelle settimane successive, comunque entro la fine di marzo. Le interlocuzioni con l’ambasciatore a Bruxelles proseguono e vediamo come procede il contenzioso europeo”. “Per quel che riguarda il vaccino Moderna-, ha specificato Arcuri- la consegna è in arrivo alle regioni l’1 febbraio. Hanno comunicato che riduce, in maniera omogenea tra le regioni, del 20% le dosi della consegna dell’8 febbraio (da 163.200 a 132.200) e del 22 febbraio, specificando che nel mese di marzo recupereranno le minori consegne. Arriveremo a fine febbraio a 6.364.808 dosi consegnate, per finire il primo target e iniziare già il secondo. Il personale da acquisire per febbraio sarà di 2.679 unità”.