Maltempo. Piogge, temporali. Allerta gialla 10 Regioni

Una vasta area depressionaria, di origine atlantica, ha fatto ingresso oggi nel Mediterraneo occidentale, portando un consistente aumento della nuvolosità, con prime piogge sulle regioni di Ponente. Nel corso della giornata le precipitazioni interesseranno tutto il territorio nazionale, accompagnate da un aumento della ventilazione dai quadranti meridionali, specie al Sud. Domani la perturbazione continuerà ad […]

Una vasta area depressionaria, di origine atlantica, ha fatto ingresso oggi nel Mediterraneo occidentale, portando un consistente aumento della nuvolosità, con prime piogge sulle regioni di Ponente. Nel corso della giornata le precipitazioni interesseranno tutto il territorio nazionale, accompagnate da un aumento della ventilazione dai quadranti meridionali, specie al Sud. Domani la perturbazione continuerà ad interessare l’Italia, con tempo spiccatamente instabile e precipitazioni anche temporalesche, specialmente al Centro-Sud. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse che estende quello diffuso ieri. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it). L’avviso prevede dal primo mattino di domani, giovedì 31 marzo, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Campania e Basilicata tirrenica. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, giovedì 31 marzo, allerta gialla su Umbria, Lazio, Campania e Molise, su gran parte di Basilicata, Puglia e Calabria, sul settore orientale dell’Emilia-Romagna e su quelli occidentali di Abruzzo e Sicilia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.