Incendi. Marsilio: “Al via la macchina organizzativa. Nel 2021 in Abruzzo 90 roghi”

Si è tenuta nella sala operativa dell’agenzia regionale dell’Abruzzo di protezione civile la riunione per avviare la campagna contro gli incendi estivi a cui hanno partecipato, da remoto, i rappresentanti delle principali infrastrutture oltre le istituzioni pubbliche del territorio regionale, rappresentanti dei vigili del fuoco e delle forze dell’ordine. “Un momento molto importante per la […]

Si è tenuta nella sala operativa dell’agenzia regionale dell’Abruzzo di protezione civile la riunione per avviare la campagna contro gli incendi estivi a cui hanno partecipato, da remoto, i rappresentanti delle principali infrastrutture oltre le istituzioni pubbliche del territorio regionale, rappresentanti dei vigili del fuoco e delle forze dell’ordine. “Un momento molto importante per la programmazione estiva- ha commentato il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio- Il modello messo in campo dall’agenzia di protezione civile in Abruzzo lo scorso anno, attraverso il potenziamento delle risorse strumentali e l’incremento delle capacità di intervento, ha prodotto risultati positivi rispetto alle medie degli anni precedenti. In questo periodo è importante il controllo dei sedimi di autostrade e ferrovie per evitare incendi improvvisi e serve la massima collaborazione di tutte le realtà coinvolte perché stiamo per affrontare una stagione difficile a causa delle temperature record. Importanti sono la prevenzione, l’attenzione e la vigilanza sul territorio e per questo possiamo contare sulla massima collaborazione istituzionale”.

“Nel 2021 si sono registrati 90 incendi, un numero maggiore all’anno precedente, ma che hanno registrato la diminuzione del 40% delle aree boschive coinvolte”. Lo ha detto il presidente delle Regione Abruzzo Marco Marsilio in seguito alla riunione che si è tenuta questa mattina nella sala operativa dell’agenzia regionale di protezione civile per avviare la campagna contro gli incendi estivi. “Diminuzione determinata proprio dai nuovi strumenti messi in campo da Regione e protezione civile- ha spiegato Marsilio- che hanno consentito una maggiore rapidità e una migliore efficienza nelle attività di spegnimento. Un segnale molto importante per la salvaguardia del territorio che ha determinato una forte riduzione di danni ambientali e una maggiore tutela del territorio boschivo”.

Photo: NurPhoto.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.