COVID. Pregliasco: “In inverno competizione negativa tra virus e influenza”

“Quest’inverno temo che ci sarà una competizione, purtroppo per noi negativa, tra Covid e virus influenzale, che già si è visto ampiamente nel sud del mondo. In Sudafrica e in Australia, per esempio, è in corso una stagione influenzale pesante che non promette niente di buono per il prossimo futuro”. Così il virologo Fabrizio Pregliasco, […]

“Quest’inverno temo che ci sarà una competizione, purtroppo per noi negativa, tra Covid e virus influenzale, che già si è visto ampiamente nel sud del mondo. In Sudafrica e in Australia, per esempio, è in corso una stagione influenzale pesante che non promette niente di buono per il prossimo futuro”. Così il virologo Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’ospedale Galeazzi di Milano, nel corso di una intervista video rilasciata alla Dire. Il virologo ha poi aggiunto che, salvo il caso in cui insorga una variante particolarmente patogena, ci troveremo in una fase endemica del Covid: “Dobbiamo immaginare- ha spiegato- non tanto un andamento endemico costante quanto ciò che stiamo vedendo ora, ossia delle onde di salita e di discesa che proseguiranno nei prossimi anni con la tendenza però, come le onde di un sasso di uno stagno, a ridursi nel tempo. Ora si sta diffondendo ampiamente la variante Omicron 5, contagiosissima, che riesce a schivare la protezione dei soggetti guariti dalla malattia e anche dalla vaccinazione”. Per l’inverno, con gli sbalzi termici e con lo stare più al chiuso, ha quindi concluso Pregliasco, dobbiamo aspettarci “una risalita naturale di questi casi anche a causa della variante BA.2.75, che potrebbe ainfastidirci nel prossimo futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.