Sanità Abruzzo, sì a risoluzione OSS: al via le assunzioni

“Oggi abbiamo ottenuto una grande vittoria in commissione Sanità. Con l’approvazione all’unanimità della mia Risoluzione abbiamo impegnato la Giunta ad assumere con scorrimento della graduatoria gli idonei individuati dal concorsone per operatori socio sanitari indetto dalla Asl di Teramo quale capofila”. Così il consigliere regionale del Movimento 5 stelle, Giorgio Fedele, commenta l’andamento dei lavori […]

“Oggi abbiamo ottenuto una grande vittoria in commissione Sanità. Con l’approvazione all’unanimità della mia Risoluzione abbiamo impegnato la Giunta ad assumere con scorrimento della graduatoria gli idonei individuati dal concorsone per operatori socio sanitari indetto dalla Asl di Teramo quale capofila”. Così il consigliere regionale del Movimento 5 stelle, Giorgio Fedele, commenta l’andamento dei lavori in commissione Sanità, su una vicenda che si trascina da mesi. “L’assessora alla Sanità, Nicoletta Verì, messa all’angolo, ha dovuto ritirare il parere negativo che aveva fornito la scorsa seduta e il direttore della Asl 1, Ferdinando Romano, ha smentito la sua stessa nota in cui non prevedeva assunzioni prima del 2023. La nostra mobilitazione politica è stata indispensabile, come lo sono state anche le manifestazioni degli Oss, che hanno messo questa maggioranza a trazione Lega, Fratelli D’Italia e Forza Italia davanti alla palese incapacità di gestire il reclutamento di personale”. “Noi, al contrario del caos generato dal centrodestra, abbiamo sempre lavorato per definire un iter procedurale corretto- continua Fedele- che passasse dal recepimento della graduatoria per ogni singola Asl coinvolta, per poi procedere all’assunzione degli operatori socio sanitari e, infine, allo scorrimento della graduatoria, fin quando non sarà assunto tutto il personale necessario. Un aspetto, quest’ultimo, importantissimo per colmare realmente la carenza di personale che affligge le strutture ospedaliere nella Asl 1. Infatti nel bando di concorso, ormai risalente al 2019, la dirigenza ha dichiarato un fabbisogno di soli 12 Oss in provincia dell’Aquila. Ma sappiamo che già allora il numero era ben più grande e oggi, a seguito della pandemia, sarà aumentato ancora di più. Ora- conclude Fedele- che grazie al recepimento della graduatoria abbiamo una lista di oltre 500 idonei per la provincia dell’Aquila, soltanto applicando lo scorrimento sarà possibile reclutare secondo il fabbisogno reale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.