L’Aquila. Baglioni chiude domani la 728esima Perdonanza Celestiniana

Si intitola ‘Pace a noi’ l’evento di chiusura della 728esima Perdonanza celestiniana, in programma domani al Teatro del Perdono, allestito per l’occasione di fronte alla Basilica di Collemaggio. Una serata unica ed emozionante, la perfetta conclusione di un’edizione straordinaria, che vedrà protagonista una delle voci più importanti del panorama musicale italiano: Claudio Baglioni. Il celebre […]

Si intitola ‘Pace a noi’ l’evento di chiusura della 728esima Perdonanza celestiniana, in programma domani al Teatro del Perdono, allestito per l’occasione di fronte alla Basilica di Collemaggio. Una serata unica ed emozionante, la perfetta conclusione di un’edizione straordinaria, che vedrà protagonista una delle voci più importanti del panorama musicale italiano: Claudio Baglioni. Il celebre artista ha voluto fortemente essere a L’Aquila per donare al pubblico presente uno spettacolo pensato unicamente per questa manifestazione, diventata Patrimonio Immateriale Culturale dell’Unesco nel 2019. Baglioni metterà a disposizione il suo vasto ed emozionante repertorio, accompagnato dall’orchestra del Conservatorio ‘Alfredo Casella’ de L’Aquila. L’evento, sould out in poche ore, dimostra la grande attesa degli aquilani per l’arrivo del cantautore romano. La Perdonanza Celestiniana, sostenuta e fortemente voluta dal Sindaco del capoluogo abruzzese, Pierluigi Biondi, e da tutta l’amministrazione aquilana, ogni anno trasforma la città in un sorprendente palcoscenico a cielo aperto, regalando appuntamenti irrinunciabili e di grande respiro internazionale. Il maestro Leonardo De Amicis, direttore artistico dell’evento celestiniano, ha contattato nei mesi scorsi Baglioni, proponendogli di partecipare all’appuntamento clou dell’estate nel capoluogo d’Abruzzo. Un evento reso ancor più straordinario dalla visita di Papa Francesco, che ieri ha aperto la Porta Santa. “Baglioni- ha spiegato il maestro De Amicis- ha manifestato tutto il suo entusiasmo per il progetto. ‘Ho L’Aquila nel cuore, mi piacerebbe dedicarvi uno spettacolo ad hoc’, mi ha detto Baglioni quando abbiamo parlato per la prima volta al telefono di questa serata”. “Io gli ho fatto capire che mi stava togliendo le parole di bocca- ha aggiunto De Amicis- visto che avevo intenzione di concepire una serata dai testi originali, che guardasse ai temi del perdono e della pace. Insomma, anche all’attualità di questo momento delicato a livello internazionale”. ‘Pace a Noi’, dunque, sarà non solo un grande spettacolo, ma un momento di confronto e di aggregazione per riflettere attraverso l’arte e la musica su temi fondamentali come la ‘pace’ e il ‘perdono’ sulle note di successi indimenticabili, colonna sonora di intere generazioni. Un grande abbraccio alla cultura e a tutto il territorio aquilano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.