PREMIAZIONE DEL CONCORSO DEDICATO ALLA GIORNATA DELLA MEMORIA

Si terrà domani 2 febbraio 2010, alle ore 9,30 presso l’Aula Magna della scuola della Guardia di Finanza di Coppito la premiazione del concorso didattico riservato alle quinte classi delle scuole superiori, bandito dalla Provincia dell’Aquila e legato alla Giornata della Memoria. L’appuntamento si sarebbe dovuto tenere lo scorso 27 gennaio, in coincidenza della Giornata […]

Si terrà domani 2 febbraio 2010, alle ore 9,30 presso l’Aula Magna della scuola della Guardia di Finanza di Coppito la premiazione del concorso didattico riservato alle quinte classi delle scuole superiori, bandito dalla Provincia dell’Aquila e legato alla Giornata della Memoria. L’appuntamento si sarebbe dovuto tenere lo scorso 27 gennaio, in coincidenza della Giornata memoria, ma è stato rinviato a causa della chiusura delle scuole, per neve.Ad aggiudicarsi il primo premio, quest’anno, è stata la classe V A dell’Istituto Tecnico Industriale Statale “A. D’Aosta” dell’Aquila, con il “Il Dolore della Memoria”, un lavoro che propone un parallelismo tra Olocausto e terremoto. Come ogni anno, gli studenti vincitori saranno premiati con un viaggio ad Auschwitz. Seconda e terza classificate le classi V-D del Liceo Scientifico “E. Fermi” di Sulmona per l’elaborato “L’Inchiesta” e V AP dell’Istituto Tecnico Commerciale e per Programmatori “G. Galilei” di Avezzano, per l’elaborato “Prigionieri di guerra. Memorie da un campo di concentramento: un nonno racconta ”. Oltre alle scuole premiate, nel corso dell’appuntamento aquilano, sono previste le testimonianze dirette di alcuni sopravvissuti all’Olocausto, tra cui Sandra TERRACINA (del Centro Cultura Ebraica), Ester Di Segni ed Italia Sonnino (ex rifugiate a Casentino, sfuggite alla Shoa). All’appuntamento saranno presenti, tra gli altri, la presidente della Provincia Stefania Pezzopane, il comandante della scuola Guardia di Finanza, Fabrizio Lisi, il Prefetto dell’Aquila, Franco Gabrielli, il sindaco Massimo Cialente, Mons. Molinari e Monsignor D’Ercole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.