Inquinamento indoor, Ficus, Aloe, Crisantemo padroni di casa

Sono bellissime, colorano l’ambiente e ci allungano la vita. Sono le piante, e possono fare piccoli miracoli sia in casa che in ufficio nel liberarci dalle sostanze inquinanti più comuni. Dagli studi Iaiaq, finanziato dalla Ue, è emerso che in Europa il 3% di tutte le malattie è causato dall’inquinamento indoor. Fra le malattie legate […]

Sono bellissime, colorano l’ambiente e ci allungano la vita. Sono le piante, e possono fare piccoli miracoli sia in casa che in ufficio nel liberarci dalle sostanze inquinanti più comuni.

Dagli studi Iaiaq, finanziato dalla Ue, è emerso che in Europa il 3% di tutte le malattie è causato dall’inquinamento indoor. Fra le malattie legate a questo inquinamento, quelle che incidono maggiormente sulla salute degli europei sono l’asma e le allergie, il tumore del polmone, le malattie respiratorie e le intossicazioni da monossido di carbonio – spiega Paolo Carrer, responsabile dell’Unità operativa di Medicina del lavoro all’Ospedale Sacco di Milano.

Il fumo di sigaretta è una delle cause principali di inquinamento, ma il bruciare incensi e l’accendere candele hanno effetti analoghi, sottolinea Carrer.

La prima regola è quella di non fumare in casa. Ulteriori benefici si possono avere aerando spesso le stanze per impedire il ristagno di sostanze nocive. Infine, per controllare muffe e acari, l’umidità non dovrebbe superare il 40-50%.

E a ripulire l’aria possono contribuire anche le piante di aloe, clorofito, crisantemo, gerbera, giglio, peperomia e ficus.

Roberta Masci