Crisi: “Cambiamenti e continuità nella società valdostana”/video

La crisi ha cambiato la società valdostana? E come? A queste domande ha cercato di rispondere il Rapporto sulla situazione sociale in Valle d’Aosta. Cambiamenti e continuità nella società valdostana. Lo studio, articolato in nove capitoli, ha cercato di mettere in fila gli indicatori economici e sociali valdostani, relativi al periodo 2008 -2012, per offrirli […]

valledaostaLa crisi ha cambiato la società valdostana? E come? A queste domande ha cercato di rispondere il Rapporto sulla situazione sociale in Valle d’Aosta. Cambiamenti e continuità nella società valdostana. Lo studio, articolato in nove capitoli, ha cercato di mettere in fila gli indicatori economici e sociali valdostani, relativi al periodo 2008 -2012, per offrirli a un successivo momento di interpretazione e confronto strategico. Pubblicato dalla Fondazione Courmayeur Mont Blanc, curato dal Segretario generale, Luigi Malfa e dal Capo dell’Osservatorio economico e sociale della Presidenza della Regione, Dario Ceccarelli, con i contributi dei Coordinatori dei diversi Dipartimenti dell’Amministrazione regionale, il rapporto è stato arricchito dal contributo scientifico del Professor Giuseppe De Rita, Presidente della Fondazione Censis e della Fondazione Courmayeur Mont Blanc.
Abbiamo ritenuto opportuno fare uno sforzo per mettere insieme i dati più rappresentativi della nostra regione – ha dichiarato Augusto Rollandin, Presidente della Regione autonoma Valle d’Aosta – partendo dall’interno, per far capire dove si va, come ci si va e quali sono i cambiamenti. Questo è il modo migliore per rendere trasparente la macchina amministrativa regionale, per dare la possibilità di fare valutazioni oggettive. Il rapporto è stato realizzato con la partecipazione di tutto l’apparato che, con questo lavoro, ha restituito uno strumento che andrà certamente aggiornato, dandogli continuità, per riuscire a capire e a decidere. Quindi anche uno strumento per la politica, affinché questa possa prendere le sue decisioni sulla base di dati e non a caso.
Il rapporto descrive un’economia valdostana – conclude il presidente – frenata sul piano interno, dove i consumi privati si sono contratti soprattutto in ragione della marcata riduzione del reddito disponibile, con un mercato del lavoro in affanno.

Il rapporto è una fotografia che focalizza l’attenzione sul fatto che anche la Regione autonoma ha subito l’impatto della crisi internazionale e delle altre difficoltà che si sono sommate in questo periodo. Ma l’obiettivo di questo studio non era tanto mettere in luce questo aspetto, quanto capire se l’attuale congiuntura avesse prodotto degli effetti di modificazione strutturale della società.
Uno sforzo di rendicontazione che, secondo il Professor Giuseppe De Rita, ha il merito di aiutare la società valdostana ad avere consapevolezza e coscienza di sé.

Vedi video su tikotv