Giornata della memoria, la Valle d’Aosta consegna 5 medaglie d’onore/video

Come ormai tradizione davanti ad autorità civili e familiari lunedì 27 gennaio la Regione Valle d’Aosta ha consegnato le medaglie d’onore ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra, e ai familiari dei deceduti. L’incontro non poteva non aprirsi con un pensiero […]

valleCome ormai tradizione davanti ad autorità civili e familiari lunedì 27 gennaio la Regione Valle d’Aosta ha consegnato le medaglie d’onore ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra, e ai familiari dei deceduti. L’incontro non poteva non aprirsi con un pensiero rivolto a quanto accaduto nei giorni scorsi alla Comunità ebraica di Roma, la celebrazione del Giorno delle Memoria a Palazzo regionale.

Augusto Rollandin, Presidente della Regione autonoma Valle d’Aosta, a nome di tutti i valdostani, ha voluto  “esprimere la solidarietà alle comunità israelitiche e a tutti quanti hanno lavorato per questo giorno della Memoria che, ancora una volta, dimostra di essere importante, non si può dimenticare. Questi fatti dimostrano che c’è ancora gente che specula su questi fatti che ha degli atteggiamenti inqualificabili. Noi oggi vogliamo ricordare che oggi non è più ammissibile, sono passati tanti anni ma purtroppo c’è ancora gente che non ha capito l’importanza e il rispetto della persona e basta guerre e basta soprattutto questo che è stato questo sterminio degli ebrei, della shoah che qualcuno vuole ancora  fare finta di dire che non è esistito. Tutti i giorni ci sono giustamente persone che lavorano per fare progredire il tema del rapporto del rispetto dei giovani, in modo che mai più ci siano eventi cosi drammatici.”

Le onorificenze alla memoria sono state consegnate quest’anno ai familiari di Danilo Cremaschi, Augusto Luigi Jans, Mario Marsetich, Elio Monaco e Ennio Pedrini. La medaglia riporta su una facciata lo stemma della Repubblica Italiana e la scritta “Medaglia d’onore ai cittadini italiani deportati ed internati nei lager nazisti 1943-1945” e sull’altra faccia un cerchio di filo spinato con inciso il nome della persona.

Tra i presenti Carlo Guaramonti, Presidente della Federazione regionale dell’Associazione nazionale ex Internati, testimone vivente dell’immane tragedia, ex internato, che ha consegnato le medaglie direttamente ai familiari dell’Olocausto. Per mantenere viva la memoria della Shoah, anche quest’anno un gruppo di studenti valdostani delle scuole secondarie di 2° grado prenderà parte al Treno della Memoria.

Vedi video su tiKotv
Giornata della memoria, la Valle d’Aosta consegna 5 medaglie d’onore