Funivia Monte Bianco: opera strategica per il turismo valdostano

L’Assessore al turismo, sport, commercio e trasporti della Valle d’Aosta,  Aurelio Marguerettaz, intervenendo oggi, in Consiglio regionale, sui lavori della Funivia del Monte Bianco ha sottolineato che «le previsioni sui tempi di realizzazione di quella che è un’opera strategica per il turismo della Valle d’Aosta sono in linea con le attese. Ed è quindi per […]

monte-biancoL’Assessore al turismo, sport, commercio e trasporti della Valle d’Aosta,  Aurelio Marguerettaz, intervenendo oggi, in Consiglio regionale, sui lavori della Funivia del Monte Bianco ha sottolineato che «le previsioni sui tempi di realizzazione di quella che è un’opera strategica per il turismo della Valle d’Aosta sono in linea con le attese. Ed è quindi per ora confermata l’apertura al pubblico nel maggio del 2015».

Per la Funivia del Monte Bianco, che sarà uno dei simboli della Valle d’Aosta all’Expo 2015 di Milano, il costo previsto è di 105 milioni di euro. «E più precisamente – ha affermato l’Assessore Marguerettaz – di euro 105 milioni 380 mila 625,86 eurocome nel contratto di appalto stipulato con l’appaltatore e comprensivo di lavori e oneri della sicurezza. L’importo complessivo del “quadro tecnico economico” dell’opera, comprensivo di tutte le voci previste dalla legislazione, quindi tecniche, inflattive, impreviste, fiscali, e approvato con la deliberazione della Giunta regionale n. 1927 del 16 luglio 2010, è invece pari a 138 milioni 111 mila 949,90 euro».

Per quanto attiene lo stato di avanzamento dell’opera, al 30 giugno 2014, è stato certificato il 67,6 per cento dei lavori.

Ripercorrendo le fasi che hanno caratterizzato il progetto della Funivia, l’Assessore Marguerettaz ha spiegato il motivo per cui la realizzazione del sostegno di linea nella nuova configurazione, con altezza di 100 metri, abbia comportato un maggior onere economico di circa 2,5 milioni di euro, che trova in ogni caso copertura nella voce “imprevisti” del quadro tecnico economico approvato.

In conclusione, l’Assessore Marguerettaz ha sottolineato che nel gennaio 2014, «è stata sottoscritta con la Funivie Monte Bianco s.p.a. la concessione dei beni immobili e mobili costituenti il complesso funiviario, la quale prevede che siano a carico del concessionario, oltre alla gestione, tutti gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto».