Ristorazione scolastica: a L’Aquila “Dalla mensa al territorio”

Come migliorare il servizio di refezione delle mense scolastiche dell’Aquila? E’ questa l’ambiziosa domanda al centro dell’evento “Dalla mensa al territorio” che avra’ luogo giovedi’ 12 maggio dalle ore 9.00 presso Palazzo Fibbioni dell’Aquila, alla presenza dell’assessore alle Politiche Sociali Emanuela Di Giovambattista e alcuni rappresentanti di associazioni, come Coldiretti. L’iniziativa vuole essere momento di […]

Come migliorare il servizio di refezione delle mense scolastiche dell’Aquila? E’ questa l’ambiziosa domanda al centro dell’evento “Dalla mensa al territorio” che avra’ luogo giovedi’ 12 maggio dalle ore 9.00 presso Palazzo Fibbioni dell’Aquila, alla presenza dell’assessore alle Politiche Sociali Emanuela Di Giovambattista e alcuni rappresentanti di associazioni, come Coldiretti. L’iniziativa vuole essere momento di sintesi e riflessione sul tema della ristorazione scolastica per progettare insieme a consumatori, produttori e istituzioni, politiche alimentari adatte al territorio. L’evento si pone al termine del progetto di ActionAid “Io mangio giusto”, portato avanti nei mesi scorsi nell’Istituto comprensivo Rodari, nella scuola Mariele Ventre del Circolo didattico Amiternum e nel Circolo didattico Galileo Galilei. Attraverso kit didattici e attivita’ laboratoriali, ActionAid intende sensibilizzare bambini, genitori e insegnanti, sull’importanza di produrre e consumare cibo “giusto” ovvero alimenti di stagione, coltivati a filiera corta, in maniera sostenibile e biologica e nel rispetto dei diritti dei lavoratori.

Tutto questo, per imparare sin da piccoli a sprecare meno cibo, sviluppando una maggiore consapevolezza del suo valore e dei legami che esistono fra le nostre scelte di consumo alimentare e il destino del Sud del mondo. La giornata vedra’ la partecipazione di diversi interlocutori. Si partira’ alle 9.00 con la mostra dei lavori realizzati dagli alunni delle scuole in questi mesi, per poi proseguire con un laboratorio della “Commissione mensa delle ragazze e dei ragazzi”, costituita da due rappresentanti per classe. In tale occasione, i ragazzi si confronteranno sul come migliorare il servizio mensa delle scuole della citta’, facendosi portavoce di quanto emerso con i loro compagni durante la realizzazione del progetto. Su questo stesso punto, si interrogheranno dalle ore 18.00 produttori locali, genitori, insegnanti, associazioni e istituzioni, durante una tavola rotonda il cui obiettivo e’ quello di mettere a confronto punti di vista ed esigenze differenti per costruire politiche alimentari comuni e soddisfacenti.

“In Italia, il 50% dei bambini con meno di 14 anni mangia in una mensa scolastica dove, in media ogni studente consuma circa 2.000 pasti nel corso del ciclo scolastico obbligatorio – ha dichiarato Marco De Ponte, Segretario Generale di ActionAid – A scuola si consumano 380 milioni di pasti ogni anno, oltre due milioni di pasti al giorno, con un fatturato pari a 1,3 miliardi di euro l’anno. Queste cifre ci fanno rendere conto di quanto sia importante partire proprio dalle mense scolastiche per ridurre sprechi e inadempienze”. L’iniziativa e’ organizzata da ActionAid, in collaborazione con Slow Food e Cittadinanzattiva. Le tre organizzazioni hanno dato vita nel maggio 2015 all’alleanza “Italia Sveglia!”, nata per contribuire alla trasformazione del paese attraverso il ruolo attivo e la partecipazione dei cittadini e la tutela dei loro diritti. Proprio all’Aquila, l’Alleanza ha deciso di organizzare con il supporto del Comune, il Festival della Partecipazione (http://www.festivaldellapartecipazione.org/index.php) che si terra’ dal 7 al 10 luglio. Il Festival intende offrire a tutti i cittadini uno spazio incubatore di nuove idee, per riscoprire il piacere dello stare insieme e costruire nuove forme di politica, attivismo e cittadinanza. L’obiettivo e’ dimostrare in modo concreto che, condividendo esperienze e buone pratiche, i cittadini possono cambiare lo stato delle cose, contribuendo all’elaborazione di nuove politiche pubbliche.

Il tutto, attraverso un programma di appuntamenti variegato che va da laboratori e conferenze a concerti e buon cibo, e che si snodera’ lungo cinque percorsi tematici: “Partecipazione”, “Cibo”, “Citta’, territorio e ambiente”, “Arte sociale, cultura, scuola ed educazione”, “Welfare” e “Sport”.